Escursioni autunnali

Amici camminatori curiosi, il 1 settembre abbiamo fatto il punto della situazione per programmare l’attività di Comitato cave Marocco e Salviamo il Paesaggio – Mogliano Veneto, era nostra intenzione riavviare le escursioni di conoscenza e lettura critica dei paesaggi, ma, viste le controindicazioni segnalate da chi ha partecipato di recente a un’escursione (pur limitata a soli 20 partecipanti) e cioè: impossibilità di mantenere il distanziamento, partecipanti che non vogliono indossare la mascherina, possibile denuncia all’organizzatore dell’escursione da parte di chi contrae il virus anche a distanza di giorni, etc, l’escursione al Monte Tomba e malga Fossa ipotizzata per il 27 settembre viene annullata.

Teniamo sub judice (in base all’evoluzione della pandemia) quelle programmate per il 18 ottobre a Dardago (PN) e per l’8 novembre alle Grave di Ciano.

In caso di effettuazione le escursioni saranno comunque a numero chiuso, solo su prenotazione, e con richiesta di firma, alla partenza, di autodichiarazione di essere in buona salute e non aver avuto contatti con portatori conclamati di covid-19, inoltre obbligo di avere la mascherina al seguito.

Siamo stati invitati al confronto con l’Amministrazione comunale per il Piano degli Interventi che deve attuare le indicazioni del PAT in merito alla gestione del territorio.

Il Piano prevede l’attuazione del Parco delle cave di Marocco all’interno di un Parco Urbano che definisce come verdi alcune aree del comune, inoltre prevede una serie di misure di mitigazione urbanistica, definiamole così. Buone intenzioni sulla carta, ma come sempre da verificare in concreto vista la legislazione superiore, come quella Regionale, che permetterà
l’inserimento nell’area ex Nigi sul Terraglio dell’ennesimo supermercato. Una proliferazione scandalosa, a nostro avviso, di queste strutture commerciali che continuano a sorgere come funghi (velenosi) attorno ai centri urbani col risultato di mandare in crisi tutti i negozi di vicinato. La Confcommercio trevigiana è nostra alleata nella denuncia.

Alleghiamo l’invito a firmare e  far firmare la nostra petizione per la realizzazione del Parco della biodiversità alle cave senili di Marocco (al momento 3.275 firme). Continueremo a raccogliere le firme fino a quando non avremo l’assicurazione che l’area sarà delimitata e protetta da una fascia di rispetto, che l’Amministrazione comunale stanzierà in bilancio per il
2021 le risorse necessarie ad allestire l’area di accesso al Parco posta a nord delle cave e di proprietà comunale e quanto necessita per lo studio ambientale necessario al riconoscimento delle peculiarità naturalistiche dell’area.

Segnaliamo per i moglianesi la possibilità di firmare su stampato cartaceo presso i negozi: BioE’ sul Terraglio, Erboristeria Germoglio all’interno dl centro commerciale Ronzinella, Panificio del quartiere San Marco, Equo e Solidale di Piazza Pio X, Erboristeria di Samuele di via Vanzo.

Per la petizione ricordiamo che basta cliccare su FIRMA ORA e si apre lo spazio per la firma.

Con l’occasione vi auguriamo un buon fine estate e un ancora migliore autunno.

Paolo Favaro