ATTIVITA’ ANNO 2020 COMITATO CAVE E SALVIAMO IL PAESAGGIO MOGLIANO VENETO

L’anno era iniziato nella migliore delle prospettive e con progetti già avviati.
PREVISIONE:
1-accompagnamento del Sindaco e della Commissione ambiente in visita alle cave, audizione alla Commissione Ambiente comunale.
2-progetto itinerante della nostra mostra sulle Aree Umide con tappe a Castelfranco, Montebelluna, Sernaglia e Treviso.
3-attività escursionistica con nuove interessanti proposte e raccolta fondi con nuove adesioni. Riavvio attività culturali: conferenze e rassegna cinematografica.
4-allargamento della nostra collaborazione con diverse associazioni una volta deciso l’impegnativo avvio della petizione per il Parco della Biodiversità.
5-interventi sulle diverse emergenze ambientali e paesaggistiche sia a livello locale che provinciale/regionale/nazionale.
ATTUAZIONE: continua a leggere https://www.cavedimarocco.it/blog/wp-content/uploads/2021/01/Relazione-attivita-anno-2020-Comitato-e-SilP.pdf

Proposte alla redazione del Piano degli Interventi

Egregio Signor Sindaco, la sua amministrazione, come le precedenti, dall’anno della nostra costituzione in Comitato (2004) all’adesione al Forum nazionale Salviamo il Paesaggio (2012), ha avuto l’opportunità di leggere e ascoltare le nostre proposte inerenti molte delle questioni poste dalla sua Carta del Sindaco, e di volta in volta rese note in incontri diretti o tramite lettere e documenti scritti.
Nostre proposte sono state…

Continua a leggere : https://www.cavedimarocco.it/blog/wp-content/uploads/2020/10/2020-Proposte-per-il-P-I-1.pdf

CAVE DI MAROCCO: PRIMO OBIETTIVO RAGGIUNTO

Ci eravamo posti l’obiettivo di trovare il consenso alla nostra azione da almeno 3.000 persone adulte entro l’estate, il 7 agosto, esattamente a un mese dal lancio della nostra petizione per la salvaguardia delle cave senili di Marocco tramite la creazione di un Parco della Biodiversità, quota 3.000 è stata raggiunta e superata (2.660 firme online e 374 manuali).

PARCO ALLE CAVE: LA PROPOSTA DEL COMUNE MERITA ATTENZIONE, MA VIGILEREMO SUGLI IMPEGNI

Nell’incontro col Sindaco del 5 giugno abbiamo registrato l’intenzione dell’Amministrazione comunale di proseguire con un procedimento più snello di quello da noi richiesto e indicato dal PAT approvato l’anno scorso per riconoscere l’area delle cave di Marocco come rientrante tra quelle definite SIC (sito di importanza comunitaria) o ZPS (zona di protezione speciale). Continua a leggere apri il:

Giugno 2020 Comunicato stampa su Parco alle cave di Marocco (2)

ABBIAMO BISOGNO DI DUE NUOVI SUPERMERCATI A MOGLIANO?

Cittadini moglianesi, sarete felici di sapere che il Terraglio a breve sarà deturpato da un
nuovo insediamento nell’area ex Metalcrom (di fronte a un supermercato CONAD!) in
comune di Casier, che a Casale sul Sile l’amministrazione comunale cementificherà 50
ettari di terreno agricolo fertile con una megastruttura, si parla di un centro logistico
AMAZON, che arriverà fino a 25 mt di altezza, che a ridosso del nostro centro cittadino,
sul Terraglio, LIDL vuole costruire l’ennesimo punto vendita e che nell’area ex NIGI è
sempre in attesa un nuovo supermercato Visotto.

Continua a leggere… 2020 Comunicato insediamento LIDL.pdf

Lettera a soprintendenza: accertamento situazione in essere a Villa Rigamonti Coletti a Campocroce di Mogliano Veneto

Il nostro associato Roberto Masiero, risiedente in quel di Campocroce, frazione di Mogliano Veneto, ci segnala quella che potrebbe essere una preoccupante situazione venutasi a creare nel compendio di Villa Rigamonti Coletti, in via Tasca. Questa Villa Veneta del ‘700 è sotto tutela dei beni artistici e storici fin dalla data 20/01/1964 (ex lege 1/6/1939 n.1089). Il sito, testimonianza del nostro pregevole passato, si compone di villa padronale, oratorio con le reliquie di Santa Pulcheria e parco, oltre alle relative pertinenze.

Continua  a leggere 2020 lettera a Soprintendenza e Sindaco per Villa Rigamonti Coletti.pdf

Casale sul Sile (Treviso): l’interesse pubblico significa un nuovo Polo logistico.

E’ dagli anni novanta del secolo scorso che a Casale sul Sile “aleggia” un progetto urbanistico per trasformare l’area denominata “Parco Tematico” (parliamo di ben 500mila metri quadrati) in un’ennesima colata di cemento a destinazione produttiva, posta a sud-est del territorio e dislocata tra due ampie zone – sempre a destinazione produttiva – una a ovest all’interno dei confini dello stesso comune e l’altra a est nel comune di Quarto d’Altino.

Continua  a leggere 2020 CASALE SU NEWLWTTER SILP.pdf