CAVE DI MAROCCO: PRIMO OBIETTIVO RAGGIUNTO

Ci eravamo posti l’obiettivo di trovare il consenso alla nostra azione da almeno 3.000 persone adulte entro l’estate, il 7 agosto, esattamente a un mese dal lancio della nostra petizione per la salvaguardia delle cave senili di Marocco tramite la creazione di un
Parco della Biodiversità, quota 3.000 è stata raggiunta e superata (2.660 firme online e 374 manuali).
L’Amministrazione comunale quindi dovrà prendere atto che non siamo in pochi e la cittadinanza tutta sarà invitata a darci una mano continuando a firmare fino a quando non sarà definita l’area da salvaguardare, finanziato e approvato il Piano Ambientale e definita
la trasformazione in Parco dell’area di proprietà comunale posta a sud dello stadio comunale.
Tra le numerose associazioni sostenitrici intanto ci piace nominare quelle cittadine: Amici della Montagna, Amici del Parco, APIO, Fridays For Future Mogliano V., Matite in viaggio, Ass.ne Mojan, Officina 31021, Parrocchia S.ta Maria Assunta, Ass. Quartiere Marocco, Soci COOP Alleanza 3.0 Mogliano V., SOMS-Galilei. Inoltre, a livello informale siamo appoggiati da altre associazioni o singoli che agiscono a Mogliano Veneto. Importante la rete dei “negozi amici” che raccolgono le firme di tutti i clienti maggiorenni che sono interessati a sostenerci; al momento sono sette, ma speriamo di allargare il numero a altre realtà commerciali.
Ora attendiamo la presentazione del primo Piano degli Interventi per capire se in esso saranno ricomprese le azioni e gli impegni sopra descritti; una delibera approvata in Consiglio Comunale lo scorso 26 maggio ci fa sperare in tal senso.
Chiediamo a tutti i moglianesi di continuare a sostenere la nostra azione firmando e facendo firmare.

PARCO ALLE CAVE: LA PROPOSTA DEL COMUNE MERITA ATTENZIONE, MA VIGILEREMO SUGLI IMPEGNI

Nell’incontro col Sindaco del 5 giugno abbiamo registrato l’intenzione dell’Amministrazione comunale di proseguire con un procedimento più snello di quello da noi richiesto e indicato dal PAT approvato l’anno scorso per riconoscere l’area delle cave di Marocco come rientrante tra quelle definite SIC (sito di importanza comunitaria) o ZPS (zona di protezione speciale). Continua a leggere apri il:

Giugno 2020 Comunicato stampa su Parco alle cave di Marocco (2)

ABBIAMO BISOGNO DI DUE NUOVI SUPERMERCATI A MOGLIANO?

Cittadini moglianesi, sarete felici di sapere che il Terraglio a breve sarà deturpato da un
nuovo insediamento nell’area ex Metalcrom (di fronte a un supermercato CONAD!) in
comune di Casier, che a Casale sul Sile l’amministrazione comunale cementificherà 50
ettari di terreno agricolo fertile con una megastruttura, si parla di un centro logistico
AMAZON, che arriverà fino a 25 mt di altezza, che a ridosso del nostro centro cittadino,
sul Terraglio, LIDL vuole costruire l’ennesimo punto vendita e che nell’area ex NIGI è
sempre in attesa un nuovo supermercato Visotto.

Continua a leggere… 2020 Comunicato insediamento LIDL.pdf

SIAMO NELLA TOP TEN DEL CEMENTO!

Facciamoci i complimenti, inesorabile anche quest’anno il rapporto ISPRA certifica che il Veneto è la seconda regione in Italia per consumo di suolo (anno 2018) e che all’interno della nostra regione la provincia di Treviso è battuta solo da quella di Verona e che all’interno della provincia di Treviso noi moglianesi siamo riusciti a consumare 15 ha di suolo prima non edificato (dati ricavati dai giornali in attesa di consultare il rapporto)…

Apri: Siamo nella Top Ten del cemento.pdf

CHIARIMENTO IN MERITO A DICHIARAZIONI PUBBLICHE RELATIVE ALL’AMBIENTE DELLE CAVE SENILI DI MAROCCO

Riteniamo importante ragguagliare i tre candidati Sindaco e la cittadinanza in merito alle critiche mosse da un cittadino, intervenuto in occasione del confronto pubblico tra candidati sindaco tenutosi al cinema teatro Busan di Mogliano Veneto lo scorso 26 aprile (vedi pdf).

CHIARIMENTO IN MERITO A DICHIARAZIONI PUBBLICHE RELATIVE ALL’AMBIENTE DELLE CAVE SENILI DI MAROCCO.pdf

Lettera all’Eco di Mogliano Agosto 2018

In seguito alle dichiarazioni riguardante il nuovo Pat da parte di due professionisti del settore costruzioni, riportate nel numero di Luglio-Agosto dell’Eco di Mogliano, Comitato Cave e Salviamo il paesaggio Mogliano si sentono in obbligo di dover rispondere. Segue testo della lettera inviata alla redazione dell’Eco:

Gentile Direttore, mi riferisco all’articolo: Nuovo PAT? Scettici gli operatori del settore, ove la sua collaboratrice Laura Colandro riporta alcune dichiarazioni dell’architetto Massimiliano Visentin, che opera per conto dell’imprenditore edile Federico De Lazzari, ben noto in città, e quelle di un altro architetto, da cui, per la verità, ci aspettavamo un atteggiamento diverso, Radames Zaramella… (apri il pdf per continuare)

Lettera a ECO agosto 2018.pdf