RINVIATA Domenica 4 Novembre – Uscita: Caralte. Ai confini della wilderness

Amici, sono riuscito con difficoltà a contattare un riferimento in loco (Caralte) e, per quanto si stia ripristinando la situazione, in previsione di ulteriori piogge domani e venerdì si sconsiglia la nostra escursione.
La bellissima vallecola che avremmo dovuto attraversare infatti è allagata. Avremo sicuramente raggiunto, e forse superate, le 30 adesioni e la domenica dovrebbe essere solatia, ma …
E’ un vero peccato vista l’attenzione che eravamo riusciti a ottenere anche dal Sindaco che ci aveva assicurato, prima della vicenda atmosferica, avrebbe ripristinato alcune situazioni da noi segnalate lungo il percorso.
La natura è più forte e la scelta più intelligente è quella di adeguarvisi, non fronteggiarla per sfidarla.
Colgo l’occasione per ricordare i prossimi appuntamenti:
domenica 11 novembre chi vuole può aderire alla manifestazione in difesa del Cansiglio, è la trentesima, io ci andrò con la bandiera di Salviamo il Paesaggio, spero sia con me almeno un’amica/amico per tenere la seconda bandiera.
Domenica 18 novembre nostra ultima escursione, Il Montello in prima linea, dovremo verificare se il percorso si è salvato dalla piena del Piave (probabilmente no) e comunque capire se nei prossimi 18 giorni si riuscirà a ripristinare. Eventualmente, per non rinunciare a vederci almeno una volta prima della fine dell’anno, sceglieremo un’escursione alternativa praticabile.
Mercoledì 21 novembre inizia la nostra rassegna: Cinema e Ambiente con lo spettacolare La principessa e l’aquila girato in esterni sui monti Altai
Mercoledì 28 novembre secondo appuntamento della rassegna con Earth: un giorno straordinario forse il documentario più complesso e bello, per le immagini, di quelli prodotti dalla BBC (novità 2018)
Mercoledì 5 dicembre un formidabile documento sull’importanza delle api e sui pericoli derivanti dalla loro sparizione Un mondo in pericolo
Mercoledì 12 dicembre la rassegna si chiude con un film commedia francese Ritorno in Borgogna i rapporti interfamiliari si incrociano con la gestione di una vigna avuta in eredità