Osservazioni del Comitato e Salviamo il Paesaggio al P.A.T – maggio 2018

Si presentano n. 4 Osservazioni al documento del PAT di Mogliano Veneto, confidando siano tenute in considerazione prima dell’approvazione.
In particolare sono riferite a:
Norme di attuazione
Relazione tecnica
Tavola vincoli: Carta dei Vincoli e della Pianificazione Territoriale TAV. 1a e 1b, TAV. Invarianti, Carta della Trasformabilità
Compilazione scheda Regionale Allegato A, avuta a riferimento la delibera di G. C.le n. 213 del 24-8-2017 e la L. R. 14/2017

PAT Osservazione Forum a Norme di attuazione _2_

PAT Osservazione Forum a relazione tecnica

PAT osservazione Cartografie relative alle cave di Marocco

PAT osservazione scheda regionale territorio

 

Domenica 27 Maggio – Uscita: prati, boschi e chiesette di Tisoi.

Amici camminatori curiosi, domenica 27 maggio visiteremo Tisoi, una frazione di Belluno il cui territorio percorreremo tra i 500 e gli 800 metri d’altezza.
Vedremo prati spettacolari che si alternano a boschi, incontreremo quattro chiesette (due delle quali con visita riservata in esclusiva) e un’azienda agri turistica che sembra applicare buone pratiche garantendo la sopravvivenza di prati sfalciabili..
L’escursione si chiuderà col botto (intenso in senso storico-artistico).
Tenetevi pronti ad aprire occhi e cuore. Non mancheranno critiche ai pochi esempi che turbano un paesaggio altrimenti degno di essere solo ammirato.
Al solito, venerdì decideremo in base alle previsioni atmosferiche

Domenica 6 Maggio – Uscita: i colli Euganei di Battaglia Terme

Stupenda giornata e stupendi luoghi! Certo il caldo e la salita ci hanno messo a dura prova, ma la voglia di scoprire il paradiso dei colli di Battaglia Terme ha sicuramente motivato la fatica. Ringraziamo coloro che ci hanno guidato e seguito nel cammino, tra i quali il fotografo Paolo Spigariol, e gli Alpini di Teolo e il Parco che hanno falciato l’erba per permettere parte della camminata. Alla prossima!

 

 

Domenica 15 Aprile – Uscita : il Piave delle grave di Papadopoli

Domenica 15 aprile sono ricominciate le uscite in ambiente organizzate dal Comitato Cave. Si è camminato tra Salettuol e Candelù, frazioni di Maserada sul Piave, a ridosso delle Grave di Papadopoli. Abbiamo visitato la campagna e i vigneti limitrofi alle ghiaie del letto plavense rientrando attraverso l’area golenale. Abbiamo ricordato gli avvenimenti della Grande Guerra, visitando la località Mulino della sega a San Bartolomeo e il sacrario militare di Fagarè. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato!

 

Conferenze 2018: conoscere l’ambiente- il punto di vista giuridico. Martedì 20 Marzo

Con questa serata si è concluso il ciclo di conferenze dell’ inverno 2018. E’stata una serata interessantissima, che ha evidenziato l’impegno e la passione che i nostri forestali mettono al servizio dell’ambiente e d’altra parte la scarsità di risorse umane per far fronte ad un problema enorme, cioè quello del mercato illegale di animali e piante. Siamo sicuramente insieme a loro ad aiutarli in questa lotta e il pubblico della serata attento e curioso lo ha dimostrato.

Adesso però è ora di alzarci dalle sedie e incominciare a scaldarci le gambe: a breve ripartono le nostre uscite!!


Conferenze 2018: conoscere l’ambiente-il punto di vista zoofilo

La serata dedicata al lupo è stata seguita con attenzione da un folto pubblico. Questo grazie al relatore Enrico Lazzari che ha saputo descrivere alla platea caratteristiche, problematiche e tutte le novità su questo animale, dai programmi di ricerca alle iniziative in aiuto e supporto agli allevatori. Un grazie a lui e a tutti i partecipanti. Lunga vita al lupo! Ci rivediamo martedì 6 Marzo.


Visita alla mostra per i 100 anni di Porto Marghera

Domenica 11 Febbraio il comitato cave ha organizzato una visita a Porto Marghera in concomitanza dei suoi 100 anni. Abbiamo osservato alcuni edifici significativi della storia del porto e visitato la mostra. Suggestiva la contrapposizione tra gli scheletri abbandonati delle vecchie aziende e i nuovi palazzi del centro Vega. La speranza è di una nuova Marghera nuovamente ricca e fautrice di innovazione in un’ottica più moderna e sostenibile. Grazie a coloro che hanno partecipato.