IL VENETO: PRIMATO NEL CONSUMO DI PESTICIDI

Il Veneto è la prima regione in Italia per consumo di pesticidi con oltre10 kg per ettaro, contro una media nazionale di 4,6 come attestano i dati ISTAT. A rilevarlo è il Rapporto Nazionale Pesticidi nelle Acque dell‘Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) con dati riferiti al 2013-14. In Italia nel solo 2014 sono stati immessi in commercio per l’agricoltura ben 130.000 tonn di prodotti fitosanitari di cui 59.000 tonn. di principi attivi.

Queste sostanze col dilavamento dei terreni a causa delle piogge finiscono nei corsi d’acqua e in parte nelle acque sotterranee. In Veneto è stata infatti rilevata la presenza di pesticidi nel 75 % dei punti di prelievo (155) delle acque superficiali con ben 42 diversi composti chimici, e nel 30% dei punti di prelievo (232) delle acque sotterranee con 13 sostanze chimiche trovate. Nel 23,9% dei campioni delle acque superficiali si sono registrati valori superiori ai limiti di legge e la contaminazione ha riguardato anche 1,3 % dei casi nelle acque sotterranee.

Tra i principali contaminanti gli erbicidi, usati come diserbanti in particolare nella coltura del mais. Dobbiamo tuttavia evidenziare che i dati non comprendono il glifosate e il suo metabolita AMPA non ricercato in quanto non inserito nel protocollo regionale e si tratta dell’erbicida più utilizzato a livello nazionale, noto anche per la pericolosità per la salute umana (come tutti i pesticidi in genere).

Va annotato, inoltre, che l’indagine nazionale difetta, come rileva la stessa Ispra, un ritardo cronico per cui le sostanze immesse nel mercato negli ultimi anni, per varie ragioni, non sono nella lista dei composti ricercati. Un’ultima precisazione, i pesticidi da un punto di vista normativo si distinguono in prodotti fitosanitari con circa 400 sostanze chimiche diverse e in biocidi di cui non si hanno però, adeguate informazioni relative alla quantità né al loro utilizzo. E attenzione: da non confondere i pesticidi con gli inquinanti industriali, tipo i Pfas, che sono altra cosa ancora.

Oltre al record negativo della Regione Veneto per utilizzo dei pesticidi bisognerà, nei prossimi mesi e anni, confrontarsi anche con situazioni sempre più delicate per quanto riguarda gli inquinanti di origine industriale, PFAS e derivati.

Segnali inequivocabili di un’urgente e ormai non più procrastinabile necessità di costruire una “Nuova Cultura dell’Acqua” a tutti i livelli, dalle istituzioni ai cittadini.

 

Uscita ai Palu’ del Quartier del Piave.

Amici camminatori stiamo raccogliendo adesioni per organizzare una uscita ai Palù del Quartier del Piave. Il comitato Cave e Salviamo il paesaggio Mogliano infatti stanno cercando di far conoscere questo territorio al maggior numero di persone possibili, perché si rendano conto della bellezza di questa parte della nostra regione.

co sta Difesa dei Palù del Quartier del Piave B x amici.pdf

Per aderire all’uscita scrivete a paolobiblio.favaro@teletu.it o al numero 3299568311.

Pubblicato in News

Una firma in aiuto dei Palù!

Uno dei luoghi da noi più amati e più a rischio, in provincia di Treviso, sono i Palù del Quartier del Piave. Un’area di quasi 700 ha miracolosamente sfuggita, in buona parte, al massacro urbanistico della pianura veneta.

Un luogo però che, nonostante le norme poste a sua salvaguardia, subisce una continua “silenziosa” trasformazione,…..(apri il pdf per sapere come dare il tuo aiuto)

co sta Difesa dei Palù del Quartier del Piave B x amici.pdf

Domenica 19 Giugno – Uscita : “Magica Valpiana”

La minaccia di pioggia non ha tarpato le ali a chi non teme di sfidare gli elementi atmosferici. Ecco allora giungere all’appello Da Cleto 49 presenze. Questi ardimentosi indifferenti ai venti, alla pioggia scrosciante, alla grandine hanno concretizzato un gran finale beatificando il formaggio caprino offerto da La Schirata a fine escursione. Insomma abbiamo concluso le uscite di primavera in bellezza. Ci rivediamo tutti in autunno!!!

Gruppone alla partenzaDSCN1134 DSCN1145DSCN1146DSCN1163DSCN1182I pratiNegerDSCN1196DSCN1202DSCN1203

valpiana 19 guigno

Domenica 15 Maggio – Uscita : “a Castelcucco”

“Ne è valsa la pena!”. Questo è quello che noi tutti abbiamo pensato, perché, nonostante il tempo, a tratti avverso, la giornata è stata ricca di emozioni e punti di interesse, com’è sempre nelle intenzioni di chi ci guida. A proposito: grazie a tutti coloro che con il loro impegno ci fanno scoprire questi piccoli ambienti di grande bellezza. Alla prossima, il 12 Giugno!

 DSCN0685 DSCN0697 DSCN0723 DSCN0742 DSCN0745 il bosco e la forra la chiesetta massa in gruppo riposo in chiesa serpentello umano Tutti ad ascoltare il capo urca che nero

 

Domenica 10 Aprile – Uscita: “da Quarto ad Altino”

Protagonisti dell’uscita: il sole, la campagna di Altino e Quarto, l’idrovora Carmason, i tecnici del Consorzio Dese Sile, il sindaco di Quarto, il museo di Altino e l’azienda Zacchello. Tutti questi ingredienti sono stati conditi, come sempre, dalla voglia di camminare e condividere insieme. Non mancate alla prossima uscita il 15 Maggio a Castelcucco!

104_4604 104_4607 104_4615 104_4616 104_4619 104_4631 104_4647 104_4660 104_4661 104_4666 104_4667 104_4668 104_4669 104_4670 104_4672

Bilancio rassegna cinematografica.

La rassegna cinematografica organizzata al cinema Busan di Mogliano Veneto su proposta del Comitato Cave di Marocco in collaborazione con Salviamo il Paesaggio Mogliano ha avuto un esito estremamente positivo, che ci fa sperare di poter riproporre una nuova rassegna anche il prossimo anno. Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato e che hanno condiviso con noi le emozioni e le riflessioni che queste tre splendide pellicole ci hanno saputo trasmettere.

Ma non è finita qui! Infatti ripartiranno  tra poco le imperdibili uscite alla scoperta del territorio. Quindi è tempo di abbandonare le comode sedie del cinema e andare a vivere le emozioni dal vivo, lì dove nascono. Vi aspettiamo numerosi!!

wolf-02wolf-03wolf-07manifesto CheienneCheyennepeople 9sale -01wolf-05wolf-06

Serata di Venerdì 26 Febbraio: agricoltura e paesaggio. Il caso prosecco

Si è svolta l’ultima serata del ciclo di approfondimenti con protagonita il nostro territorio, che quest’anno il Comitato Cave e Salviamo il paesaggio Mogliano, hanno proposto alla cittadinanza. Serata fantastica. I relatori sono stati all’altezza delle aspettative e hanno esposto e risposto a tutti gli interventi del pubblico: dal piccolo produttore di vino locale che chiede delucidazioni sull’uso dei solfiti, al consumatore giustamente preoccupato per l’uso degli erbicidi, all’amante della passeggiate, che, come noi, inorridisce davanti ad alcuni maldestri interventi nei luoghi stupendi del Prosecco, al tecnico che offre nuove metodologie per certificare il biologico. La speranza è che da questa sera si sia costruito un nuovo tavolo di lavoro e si sia rafforzata una consapevolezza tra gli addetti ai lavori e tra i semplici cittadini: questi territori sono un patrimonio comune di tutti, che noi abbiamo il privilegio di vivere e lavorare, la cui protezione deve vincere qualunque speculazione.

A breve in questo sito saranno disponibili i link per vedere i video-riassunti delle serate. Ci vediamo al cinema!!

 100_4577L'assessore e il nostro CAPOI 4 relatoriVettorello De MoriNardiTempestaIntervento 2 Intervento 4 Intervento 7